TRACCE PER L’ESAME DI AVVOCATO 2017/2018 gratis!

Scritto il 7/07/2017, 11:07.

LINK TO: Senza categoria

TRACCE ESAME AVVOCATO RICAVATE DA RECENTI SENTENZE DELLA SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE

 

A seguire possibili tracce d’esame 2017 ricavate da recenti sentenze della Suprema Corte scritte con uno stile quanto più simile possibile a quello che generalmente si rinviene in sede di esame.

Per scaricare le tracce uscite nel 2015 e nel 2016 clicca qui.

Per ricevere gratuitamente altre nuove possibili tracce d’esame 2017 contatta Accademia Legge.

 

POSSIBILI TRACCE ESAME 2017:

CIVILE

Corte di Cassazione, Sezione 2 civile Sentenza 7 marzo 2016, n. 4444
Con testamento reso pubblico nel 2014 il de cuius Tizio ha lasciato a favore della badante Caia la sua quota del 50% di proprietà di un appartamento, con l’espressa disposizione che avrebbe avuto l’onere di provvedere alle esigenze di suo fratello Caio comproprietario del restante 50%. Fino all’estate del 2016 Caia si prende cura dei bisogni e delle necessità di Caio poi, però, nel mese di agosto decide di partire improvvisamente e lo lascia da solo e abbandonato a se stesso. Quindi, Caio decide di assumere una nuova badante. A settembre Mevia ritorna a casa ed esercitando il suo diritto di comproprietaria costringe Caio a licenziare la nuova badante avvertendolo anche che avrebbe messo in vendita al più presto l’appartamento per ottenere la sua quota in denaro del 50%. Caio decide di recarsi da un legale per capire se esista un modo per impedire la vendita dell’appartamento. Il candidato, assunte le vesti del difensore di Caio, rediga un motivato parere illustrando le questioni sottese al caso in esame prospettando la linea difensiva più idonea a tutelare le regioni del proprio assistito. (Corte di Cassazione, Sezione 2 civile Sentenza 7 marzo 2016, n. 4444)

Corte di Cassazione, Sezione 2 civile, Sentenza 8 giugno 2017, n. 14292
Tizio, proprietario dell’appartamento sito al quarto piano di un edificio, in occasione di lavori effettuati nell’immobile di sua proprietà, si accorge che, nella zona sottostante il pavimento del proprio alloggio, è collocata una tubazione idrica condominiale. Quindi, chiede formalmente all’amministratore di condominio di provvedere a rimuovere la tubatura contestando l’esistenza di una servitu’ in quanto l’opera non è né riconoscibile né visibile. L’amministratore risponde prontamente rilevando che l’atto pubblico di acquisto dell’immobile di Tizio prevede espressamente “l’osservanza di tutti i diritti, obblighi, oneri, servitu’ attive e passive,… ed in genere di tutte le norme e rapporti giuridici di natura reale ed obbligatoria vigenti all’interno dello stabile di cui i locali venduti fanno parte, quali stabiliti, previsti, disciplinati o richiamati dal regolamento di condominio…” e che quindi il condominio non ritiene di dover spostare la tubatura. Tizio, replica che non esiste alcuna servitù di passaggio delle tubature a favore del condominio perché per essere considerata tale sarebbe dovuta essere riconoscibile. Il candidato, assunte le vesti dell’amministratore di condominio, rediga parere motivato nel quale, premessi brevi cenni sulle caratteristiche delle servitù, illustri le questioni sottese al caso in esame. (Corte di Cassazione, Sezione 2 civile, Sentenza 8 giugno 2017, n. 14292).

Corte di Cassazione, Sezione 3 civile Ordinanza 8 giugno 2017, n. 14280
In vacanza Tizio ormeggia il suo gommone in sicurezza con tutte le chiusure attivate in una baia limitrofa al porto di Santa Marinella; pur avendolo controllato a vista per il tempo in cui lo stesso si era intrattenuto sull’antistante spiaggia, il gommone gli viene sottratto. Quindi, decide di inviare lettera formale di richiesta alla sua assicurazione di pagamento della somma di Euro 30.400,00 a titolo di indennizzo assicurativo in relazione al furto del gommone di sua proprietà. L’assicuratore gli risponde che il contratto di assicurazione prevede alla clausola n. 14 che l’indennizzo non è dovuto “quando il furto dell’unità da diporto si trova in giacenza, anche temporanea, in acque marine, al di fuori di un porto e senza persone a bordo”. A questo punto Tizio replica all’assicuratore che tale clausola non è valida perché, costituendo una limitazione di garanzia, doveva essere approvata espressamente per iscritto. In particolare Tizio rileva che la clausola ha un contenuto vessatorio ed abusivo perché determina uno squilibrio irragionevole in quanto di fatto esclude completamente il rischio per il furto, trasformando quest’ultimo in rapina. Il candidato, assunte le vesti del legale dell’assicurazione, rediga motivato parere (Corte di Cassazione, Sezione 3 civile Ordinanza 8 giugno 2017, n. 14280).

Cass. Civ. n. 15176 del 2017
Un condominio decide di incaricare una ditta appaltatrice per effettuare dei lavori di ristrutturazione dello stabile condominiale. Viene scelta la ditta che ha presentato il preventivo più economico. Dopo qualche mese vengono installate le impalcature esterne senza alcuna illuminazione notturna o impedimento all’accesso da parte di soggetti esterni. Una notte nell’appartamento posto al terzo piano del condomino Tizio si verifica un furto a causa del facile accesso dalle impalcature installate in occasione della ristrutturazione dell’edificio. Tizio si rivolge ad un legale per sapere se possa chiedere al condominio e/o alla ditta appaltatrice il risarcimento dei danni subiti alle finestre danneggiate dai ladri e il corrispondente valore economico della refurtiva. Il candidato, assunte le vesti del difensore di Tizio, rediga motivato parere illustrando le questioni sottese al caso in esame prospettando la linea difensiva più idonea a tutelare le regioni del proprio assistito. (Cass. Civ. n. 15176 del 2017)

PENALE

Cass. Pen. Sent. Sez. 6 n. 29788 del 2017
Per motivi di lavoro Caio si reca fuori del suo Comune per due giorni quando si accorge di aver dimenticato le sue medicine a casa. Quindi si reca presso la ASL di zona e chiede ad medico di turno presso la Guardia Medica del Comune la prescrizione necessaria per acquistare i medicinali in farmacia. Il Dott. Tizio, per non far attendere Caio, gli presenta l’opportunità di versargli sotto banco una somma di denaro inferiore in luogo del corrispettivo della visita medica che avrebbe dovuto svolgere prima di prescrivergli il farmaco. Questa proposta non viene accettata da Caio il quale lo minaccia di denunciarlo. Assunte le vesti del legale di Tizio, rediga il candidato un motivato parere, illustrando le questioni sottese alle fattispecie in esame e le linee di difesa del proprio assistito. (Cass. Pen. Sent. Sez. 6 n. 29788 del 2017).

Cass. Pen. Sez.2 n.25443 del 2017
Caio e Sempronio decidono di rapinare un furgone portavalori. A tal fine si muniscono anche di armi da guerra idonee a forare la blindatura del mezzo. Il giorno della rapina, Caio per fermare il furgone blindato, indirizza i suoi colpi agli pneumatici, al cofano ed ai fanali posteriori ma l’autovettura non si ferma. Sempronio, allora, apposto più avanti rispetto a caio, decide di indirizzare i suoi colpi sul parabrezza, sul finestrino lato sinistro e sullo sportello. Sempronio ferisce gravemente il guidatore con colpi astrattamente mortali. Il furgone si arresta, Caio e Sempronio riescono a fuggire con la refurtiva, ma dopo qualche giorno vengono arrestati. Ad entrambi gli vengono contestati il concorso nei reati di rapina e tentato omicidio. Premessi brevi cenni sul dolo nel concorso di reato, sul dolo alternativo, sul dolo eventuale e sul tentativo, assunte le vesti del legale di Caio, rediga il candidato un motivato parere. (Cass. Pen. Sez.2 n.25443 del 2017).

Cass. Penale Sent. Sez. 6 n. 31601 del 2017
Tizio, presenta un esposto alla procura della Repubblica contro Caio Ufficiale della Tenenza della Guardia di Finanza accusandolo di avere dolosamente costruito a propri danni una informativa di reato ideologicamente falsa per evasione fiscale e di avere volutamente alterato dati contabili ricavati dall’accertamento condotto a suo carico. Caio denuncia Tizio per i reati di calunnia e diffamazione aggravata dimostrando contabilmente che l’informativa dallo stesso redatta contro Tizio è chiaramente corretta e non è assolutamente falsa. Il candidato, assunte le vesti del legale di Tizio rediga motivato parere. (Cass. Penale Sent. Sez. 6 n. 31601 del 2017).

Per ricevere gratuitamente nuove possibili tracce d’esame 2017 contatta Accademia Legge.

Articoli correlati:

3 commenti su “TRACCE PER L’ESAME DI AVVOCATO 2017/2018 gratis!”

  • 12 luglio, 2017, 12:00

    […] Su Leggeweb sono pubblicate alcune possibili tracce per l’Esame Avvocato 2017: vai alle tracce […]

  • 10 ottobre, 2017, 14:49
    carmela misale

    ottime tracce.

  • 10 ottobre, 2017, 15:12
    LEGGEweb

    🙂 Per ricevere gratuitamente nuove possibili tracce d’esame 2017 prova a contattare Accademia Legge.

Scrivi un commento