Natale 2011 in Tribunale … due episodi per riflettere

Scritto il 26/01/2012, 12:01.

LINK TO: Legge in arts

A Natale tutti più buoni? No. Arroganza e totale assenza di senso civico, che si spera vengano cancellati dal nuovo anno 2012.

Il 23 dicembre 2011, il giorno prima della vigilia, l’assistente dell’VIII sezione del Tribunale Civile di Roma, la Sig.ra Giustini Luana ha un malore e chiede il permesso alla Dirigente di potersi recare al presidio medico che si trova nella palazzina accanto per una visita cardiologica.

Così l’ufficio viene temporaneamente chiuso con l’avviso della riapertura a breve.

Effettivamente la cancelleria è rimasta chiusa per pochi minuti, quelli sufficienti affinché il pochissimo personale, ormai ridotto all’osso, si potesse riorganizzare e riaprire l’ufficio con un sostituto.
Eppure qualcuno si innervosisce e si lamenta della situazione.

Non chiede alla Signora Luana se abbia bisogno di aiuto, se abbia bisogno di essere accompagnata dal medico, nessun gesto di umanità, solo rabbia; e poi, dubitando delle condizioni di salute della signora Luana, si reca dai Carabinieri per presentare una denuncia per interruzione di pubblico servizio (art. 331 c.p. perseguibile d’ufficio).

Ecco dunque che i Carabinieri telefonano al presidio medico per accertarsi se veramente la Signora Luana fosse in visita dalla cardiologa. Sorpresa! La Sig.ra Luana stava effettuando la visita medica.

Pochi giorni prima di questo episodio ho personalmente vissuto un altro caso di totale assenza di senso civico; ero in fila nell’agenzia postale che si trova all’interno della Città giudiziaria di Piazzale Clodio, consapevole che alle ore 12.30 lo sportello avrebbe chiuso per aderire allo sciopero, come chiaramente annunciava il cartello. Ma ecco che la Dirigente esce dalla sua stanza e comunica ai dipendenti di aver ricevuto una telefonata con un nuovo ordine di chiudere alle 12.00.

I dipendenti fanno presente che le 12.00 erano passate e che il cartello avvertiva che la chiusura era prevista per le 12.30. Anche io mi appello al buon senso e alla prassi da sempre adottata negli uffici pubblici, chiedendo che fossero concluse le operazioni dei pochi utenti in fila, almeno fino alle 12.30. Niente, la Dirigente non ha voluto sentire ragioni e ha ordinato l’immediata chiusura dei terminali.

La ragione dello sciopero? Le poste italiane non vogliono la liberalizzazione. Che dire, forse se ci fosse concorrenza i cittadini verrebbero trattati con più rispetto.

m.e.p.

Articoli correlati:

Scrivi un commento

Divertirsi imparando

Iniziative sociali in zona Tribunale

Iniziative sociali in zona Tribunale. Roma, quartiere Prati. Partirà dal mese di marzo prossimo, presso i locali della Parrocchia di Santa Lucia, sita... [Continua]

Corso personalizzato per la preparazione al Nuovo Esame di Avvocato

iscrizioni aperte

Sono aperte le iscrizioni al nuovo corso personalizzato per la preparazione al prossimo Esame di Avvocato 2015/2016. Il corso offre una preparazione... [Continua]

Il Nuovo Esame di Avvocato

Riforma del 2012 (art. 46 Legge n. 247/2012)

La riforma del 2012 (art. 46 Legge n.247/2012) ha introdotto importanti modifiche all’esame di abilitazione all’esercizio alla professione di Avvocato. Dalla... [Continua]

Recente sentenza sul legittimo impedimento

Corte di Cass. Pen. n. 32949/2012

Costituisce legittimo impedimento a comparire in udienza il diritto del difensore di poter partecipare al funerale di un suo prossimo congiunto rappresentando... [Continua]

Attiva i riferimenti normativi con il Parser Normativo

Scarica da www.normattiva.it il software che trasforma in link i riferimenti normativi contenuti in un testo giuridico

Per attivare i riferimenti normativi in un testo è possibile utilizzare il Parser Normativo, scaricabile dal sito NORMATTIVA “il portale della legge... [Continua]

Milano. Chiusura Uffici dell’Ordine degli Avvocati di Milano e della Fondazione Forense

24 dicembre 2012 e 31 dicembre 2012

Gli Uffici dell’Ordine degli Avvocati di Milano e della Fondazione Forense di Milano resteranno chiusi nei giorni 24 e 31 dicembre 2012. Si segnala che: –... [Continua]