Il coniuge separato che non contribuisce alla gestione della prole può essere condannato a risarcire i danni

Scritto il 15/12/2012, 12:12.

LINK TO: Civile

Ultimamente, sempre in più sentenze di separazione e divorzio i giudici fanno applicazione dell’art. 709 ter c.p.c. (introdotto dalla disciplina sull’affido condiviso – L. n. 54/2006) per sanzionare inadempienze o atti che possano arrecare pregiudizio al minore od ostacolare il corretto svolgimento delle modalità dell’affidamento.

Tale norma serve a far sì che il genitore rispetti i dettami del giudice così da non porre in essere, nel prosieguo, altre violazioni.
Nell’applicazione dell’art. 709 ter i giudici possono disporre diverse sanzioni – dall’ammonizione del genitore inadempiente al risarcimento del danno nei confronti del figlio minore o dell’altro genitore – a seconda della gravità del comportamento non collaborativo che si trovino ad esaminare.

A questo riguardo meritano particolare attenzione alcune sentenze, dal tenore analogo, in cui a dover risarcire il danno sono state condannate le mogli che avevano ostacolato gli incontri e, quindi, il rapporto, dei figli con i padri, in quanto: “un genitore, che giunga a violare il diritto del figlio al rapporto con l’altro genitore, si rende responsabile di una totale sovrapposizione del proprio egoismo all’interesse del minore”.

La Cassazione stessa, con una recentissima pronuncia, ha condannato la moglie a risarcire i danni al marito poiché riconosciuta responsabile di aver creato nella figlia una distorta immagine paterna con la conseguenza che la minore non voleva in nessun modo vedere o incontrare il padre.

Stessa condanna, con il risarcimento esteso anche alla figlia, è stata inflitta a una mamma che ostacolava, con ogni mezzo e con comportamenti scorretti, il rapporto figlia padre volendo essere sempre presente ai pochi incontri tra la minore ed il genitore e condizionando, quindi, negativamente la figlia nei confronti del padre.

Con riguardo ad altre fattispecie, l’art. 709 ter è stato applicato, a favore della moglie e dei figli, nei confronti di un padre completamente assente nel rapporto con i minori sia affettivamente, poiché non frequentava gli stessi, nonostante le prescrizioni del giudice, sia economicamente non contribuendo ai bisogni della prole.

Ed ancora il marito/padre è stato condannato al risarcimento, nei confronti della moglie e dei figli, per non avere rilasciato, entro la data indicata nelle condizioni di separazione, la casa familiare assegnata alla moglie.

L’applicazione dell’art. 709 ter copre varie fattispecie. Si spera che con condanne al risarcimento sempre maggiori i coniugi assumano nei confronti della prole ed anche nel rapporto tra di loro, un atteggiamento più responsabile senza più penalizzare i figli, a volte solo per voler punire, in realtà, l’altro coniuge.

Avv. Maria Teresa Colacino

Articoli correlati:

Scrivi un commento

Divertirsi imparando

Iniziative sociali in zona Tribunale

Iniziative sociali in zona Tribunale. Roma, quartiere Prati. Partirà dal mese di marzo prossimo, presso i locali della Parrocchia di Santa Lucia, sita... [Continua]

Corso personalizzato per la preparazione al Nuovo Esame di Avvocato

iscrizioni aperte

Sono aperte le iscrizioni al nuovo corso personalizzato per la preparazione al prossimo Esame di Avvocato 2015/2016. Il corso offre una preparazione... [Continua]

Il Nuovo Esame di Avvocato

Riforma del 2012 (art. 46 Legge n. 247/2012)

La riforma del 2012 (art. 46 Legge n.247/2012) ha introdotto importanti modifiche all’esame di abilitazione all’esercizio alla professione di Avvocato. Dalla... [Continua]

Recente sentenza sul legittimo impedimento

Corte di Cass. Pen. n. 32949/2012

Costituisce legittimo impedimento a comparire in udienza il diritto del difensore di poter partecipare al funerale di un suo prossimo congiunto rappresentando... [Continua]

Attiva i riferimenti normativi con il Parser Normativo

Scarica da www.normattiva.it il software che trasforma in link i riferimenti normativi contenuti in un testo giuridico

Per attivare i riferimenti normativi in un testo è possibile utilizzare il Parser Normativo, scaricabile dal sito NORMATTIVA “il portale della legge... [Continua]

Milano. Chiusura Uffici dell’Ordine degli Avvocati di Milano e della Fondazione Forense

24 dicembre 2012 e 31 dicembre 2012

Gli Uffici dell’Ordine degli Avvocati di Milano e della Fondazione Forense di Milano resteranno chiusi nei giorni 24 e 31 dicembre 2012. Si segnala che: –... [Continua]