Spese straordinarie per i figli. Quali sono e chi paga?

Scritto il 13/11/2012, 05:11.

LINK TO: Civile

Una recente sentenza della Corte di Cassazione (Cass. n. 10174/2012) ha stabilito che, nei casi di affido condiviso, un padre non convivente con la figlia non ha l’obbligo di pagare le spese per iscrivere la stessa a una scuola privata se la decisione non è da lui condivisa, ma è stata presa solo dalla madre.

Stabilisce, al riguardo, la Suprema Corte che, qualora la scelta della scuola in cui iscrivere la propria figlia sia stata presa solo dalla madre senza alcun tipo di consultazione con l’ex marito, il padre non deve contribuire economicamente perché, in caso contrario, la sua funzione si ridurrebbe solo a una fredda e materiale erogazione di denaro senza nessun contributo di carattere decisionale, venendo, così, completamente meno la bigenitorialità insita nell’affido condiviso.

Sulla base di questa pronuncia ci si deve chiedere quali, allora, siano le spese straordinarie la cui metà si aggiunge all’importo dell’assegno mensile corrisposto dal genitore separato che non conviva con i figli.

Purtroppo, ad oggi, non vi è una risposta chiara da parte del legislatore su quali siano le spese ordinarie e quali quelle straordinarie.

Ed allora, per cercare di trovare un’indicazione valida, ci si deve rivolgere alle pronunce dei giudici che di volta in volta stabiliscono quali siano le spese rientranti nell’assegno mensile di mantenimento e quali, invece, ne richiedono un’integrazione e legittimano la richiesta di rimborso da parte del genitore convivente con i figli.

Nelle pronunce della Cassazione si è affermato che le spese straordinarie sono quelle che derivano da eventi di natura eccezionale riguardanti la vita dei figli (in particolare riguardanti la salute), o le spese che servono per esigenze saltuarie e imprevedibili dei figli, o ancora quelle che, per il loro carattere imponderabile e imprevedibile, esulano normalmente dal tenore di vita dei figli, con riguardo anche al contesto socio-economico in cui vivono.

Sono, dunque, da considerare straordinarie quelle spese che attengono a un accertamento diagnostico, a un intervento chirurgico, al soggiorno all’estero per motivi di studio, ecc..

Al contrario sono spese ordinarie quelle che attengono a esigenze prevedibili e attuali dei figli quali: le spese scolastiche (acquisto di libri, materiale, tasse, ecc.), la baby sitter, le spese per i medicinali e anche le spese per l’università.

E allora, per ovviare all’incertezza, in alcuni tribunali i magistrati, d’intesa con le associazioni degli avvocati specializzati nel diritto di famiglia, hanno stipulato alcuni protocolli elencando i casi in cui le spese sono considerate straordinarie.

Un tale elenco a Roma ancora non c’è (si valuta caso per caso) ma se ne auspica fortemente la realizzazione a breve.

Avv. Maria Teresa Colacino

 

 

Articoli correlati:

Scrivi un commento

Divertirsi imparando

Iniziative sociali in zona Tribunale

Iniziative sociali in zona Tribunale. Roma, quartiere Prati. Partirà dal mese di marzo prossimo, presso i locali della Parrocchia di Santa Lucia, sita... [Continua]

Corso personalizzato per la preparazione al Nuovo Esame di Avvocato

iscrizioni aperte

Sono aperte le iscrizioni al nuovo corso personalizzato per la preparazione al prossimo Esame di Avvocato 2015/2016. Il corso offre una preparazione... [Continua]

Il Nuovo Esame di Avvocato

Riforma del 2012 (art. 46 Legge n. 247/2012)

La riforma del 2012 (art. 46 Legge n.247/2012) ha introdotto importanti modifiche all’esame di abilitazione all’esercizio alla professione di Avvocato. Dalla... [Continua]

Recente sentenza sul legittimo impedimento

Corte di Cass. Pen. n. 32949/2012

Costituisce legittimo impedimento a comparire in udienza il diritto del difensore di poter partecipare al funerale di un suo prossimo congiunto rappresentando... [Continua]

Attiva i riferimenti normativi con il Parser Normativo

Scarica da www.normattiva.it il software che trasforma in link i riferimenti normativi contenuti in un testo giuridico

Per attivare i riferimenti normativi in un testo è possibile utilizzare il Parser Normativo, scaricabile dal sito NORMATTIVA “il portale della legge... [Continua]

Milano. Chiusura Uffici dell’Ordine degli Avvocati di Milano e della Fondazione Forense

24 dicembre 2012 e 31 dicembre 2012

Gli Uffici dell’Ordine degli Avvocati di Milano e della Fondazione Forense di Milano resteranno chiusi nei giorni 24 e 31 dicembre 2012. Si segnala che: –... [Continua]